• Infrastrutture
  • Strutture
  • Tunneling
  • Geotecnica
  • Ambiente
  • Idraulica
  • Mobility
  • Architettura
  • Impianti
  • Sicurezza
  • BIM
  • Visual Design
Attendi

CityLife Milano

Citylife cover copia
  • Infrastrutture
  • Architettura
  • Sicurezza

Project management consultancy

Con il trasferimento di gran parte del quartiere fieristico storico nel nuovo polo Fieramilano di Rho-Pero, l’area liberata in città – equivalente a una superficie di circa 255 000 m² – è stata oggetto di una straordinaria opera di riqualificazione urbanistica la cui gara internazionale è stata vinta nel luglio 2004 da CityLife, con un consorzio composto da Generali Properties S.p.A, Gruppo Ras, Progestim S.p.A. (Gruppo Fondiaria-SAI), Lamaro Appalti S.p.A. e Grupo Lar.

In seguito all’aggiudicazione della gara è stata costituita la società CityLife, società oggi controllata dal Gruppo Generali e partecipata da Allianz. La realizzazione del progetto, varato nel 2004, è iniziata nel 2007.

Il progetto è stato curato congiuntamente da Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind, architetti diversi per origini e cultura, accomunati dal privilegio di aver vissuto le più avanzate esperienze della cultura architettonica internazionale degli ultimi decenni.

Il progetto

Il progetto CityLife, dal forte impatto visivo per via dei suoi tre famosi grattacieli, comporta importanti obiettivi di rigenerazione e riqualificazione urbani come: la creazione della più grande area pedonale di Milano, nonché una delle maggiori in Europa, con circolazione di auto e parcheggi esclusivamente ai piani interrati; il dimezzamento della cubatura preesistente; la realizzazione del terzo parco centrale milanese.

Il progetto nello specifico riguarda la realizzazione di:

  • Tre torri dedicate a funzioni direzionali: Torre Isozaki – soprannominata Il Dritto; Torre Hadid – soprannominata Lo Storto; Torre Libeskind – soprannominata il Curvo;
  • Un parco di 168.000 m², il cui concorso internazionale, vinto da Gustafson Porter, diventa per superficie il terzo parco del centro di Milano, dopo Parco Sempione e i giardini Pubblici di Porta Venezia.

Il parco prevede l’integrazione di percorsi ciclabili e pedonali e ampi fronti di contatto diretto con i quartieri circostanti.

_A9B5847

Il nuovo parco completa inoltre il gruppo dei parchi dell’area nord-ovest di Milano, rendendo così possibile l’attivazione di un’efficace rete ecologica;

  • Cinque aree di edilizia residenziale;
  • Il nuovo Museo d’Arte Contemporanea;
  • Circa 20.000 m² di superfici destinate a commercio e servizi;
  • Circa 7.000 parcheggi, tutti sotterranei, in grado di servire abitanti, lavoratori e utenti di CityLife e di assorbire buona parte anche delle esigenze esterne;
  • Un percorso ciclopedonale che collega CityLife da un lato al parco Sempione e dall’altro alle colline artificiali dell’area Portello e di lì a Monte Stella;
  • Il passaggio della Linea 5 della Metropolitana, con una fermata nel cuore dell’area – denominata Tre Torri – e due nelle vicinanze (Domodossola FN e Portello).

I numeri di CityLife

Number of Citylife

Il project management e l’alta sorveglianza

NET Engineering ha svolto per conto dei soggetti investitori il servizio di Project Management Consultancy, che consiste nelle attività di Alta Sorveglianza sulla Progettazione Esecutiva sviluppata dal General Contractor e sulle attività di costruzione.

Tale funzione è stata strategica in considerazione dell’entità degli investimenti e della complessità realizzativa dell’intervento: assicurare l’aderenza ai tempi contrattuali e ai budget di spesa è condizione essenziale per garantire il rispetto del Piano Economico e Finanziario.

Gli obiettivi dell’attività hanno riguardato in primis il Coordinamento Generale del Progetto in sintonia con CityLife. Tale coordinamento è consistito nel contributo alla definizione delle strategie esecutive di progetto, nel coordinamento della pianificazione generale (scheduling) e nel controllo costi ed assicurazione della qualità. Le attività sono state finalizzate alla gestione dei rischi relativi alle varie fasi del progetto e alle conseguenti attività di trend alerting necessarie all’identificazione da parte di CityLife delle azioni correttive. Parte integrante dei lavori ha riguardato l’attività di reporting relativa allo stato del progetto (Progress Report).

Oltre alle attività di coordinamento, NET Engineering ha svolto: il supporto a CityLife alla negoziazione e sottoscrizione del contratto con il General Contractor, con particolare riferimento alla definizione del prezzo delle opere affidate; la gestione delle varianti e delle riserve dal punto di vista tecnico/contrattuale ed economico, in coordinamento con l’asset legale; il contributo tecnico e di coordinamento alla definizione dei contratti con i vari soggetti, diversi dal General Contractor, incluso il coordinamento con i consulenti legali durante la negoziazione con le varie controparti contrattuali; una consulenza tecnica a CityLife durante le varie fasi di sviluppo della progettazione; attività di procurement in supporto a CityLife per la definizione e prequalifica di appaltatori/fornitori e professionisti; Quality Assurance della costruzione e dei collaudi; infine, l’interfaccia con il consulente tecnico degli Istituti Finanziatori dell’iniziativa.

NET Engineering ha potuto, così, garantire al Committente un’organizzazione di Project Management in grado di assisterlo in sede di negoziazione dei contratti con i vari interlocutori ed in particolare con il General Contractor e di controllare lo sviluppo del progetto verificando il rispetto dei costi previsti (cost control), dei tempi pianificati (planning control) e della qualità delle opere eseguite (construction quality control).

shutterstock_1623307510
NEXT PROJECT
ScanMed Transport Market Study (TMS)
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.